Consiglio Regionale della Valle d'Aosta
Regolamento

Regolamento interno per il funzionamento del Consiglio

Il Regolamento interno per il funzionamento del Consiglio regionale è l'atto con il quale il Consiglio disciplina la propria organizzazione ed il proprio funzionamento, nel rispetto della normativa stabilita dallo Statuto.

Costituisce una fonte normativa peculiare, distinta dai regolamenti regionali e contrapposta anche alle leggi regionali, in quanto trova la sua legittimazione direttamente nell'articolo 19 dello Statuto, che gli riserva la disciplina di determinate materie ad esclusione di altre fonti: si tratta, dunque, di una fonte a competenza riservata, posta a garanzia dell'autonomia del Consiglio regionale.

In particolare, il Regolamento interno disciplina il procedimento di convalida degli eletti; le attribuzioni del Presidente e dell'Ufficio di Presidenza; i procedimenti decisionali, di indirizzo e di controllo; lo svolgimento delle sedute; le modalità delle discussioni e delle votazioni ed il processo verbale.

Il Regolamento interno è adottato dal Consiglio a maggioranza assoluta dei suoi componenti.

All'inizio di ogni legislatura, il Presidente del Consiglio nomina la commissione per il Regolamento, che è composta da un rappresentante per ogni gruppo consiliare ed è presieduta dal Presidente del Consiglio o, in sua vece, da un Vicepresidente.

La commissione propone le modificazioni e le aggiunte al Regolamento che l'esperienza dimostra necessarie ed è competente per l'esame di tutte le proposte di modifica del Regolamento, nonché per l'interpretazione del Regolamento stesso.

Il Regolamento interno attualmente vigente è stato approvato nel 1988.

Di seguito si riportano i testi dei Regolamenti interni previgenti del 1949 e del 1970, coordinati con le modifiche intercorse.