Eventi ed iniziative

Dal 23 marzo 2019 al 23 marzo 2019

Cerimonia di premiazione della 20a edizione del concorso "Abbé Trèves"

Aosta, Sala conferenze della Biblioteca regionale, ore 17

Andrei Octavian Filimon, Lorenzo Bottoglia, Alessandra Mirabello, Douà Bargaoui, Florence Bovet, Giuseppe Grassi e Manuela Viérin sono i vincitori della 20a edizione del concorso "Abbé Trèves".

I premi sono stati consegnati nel pomeriggio di sabato 23 marzo 2019, presso la Biblioteca Regionale di Aosta, dal Presidente del Consiglio regionale, Emily Rini, dagli Assessori Regionali all'istruzione, Chantal Certan, e ai beni culturali, Laurent Viérin, dal presidente della sezione valdostana della stampa internazionale francofona, François Stevenin, dal titolare della Chaire Senghor dell'Università della Valle d'Aosta, Teresa Grange e dal vicepresidente del Centre d'études Abbé Trèves, Franco Trèves.

Il concorso si è articolato in due parti, la prima ha coinvolto gli studenti delle scuole medie e la seconda ha visto protagonisti giovani tra i 18 ei 30 anni, residenti in Valle. I temi scelti quest'anno sono stati la vita e l'opera di Innocenzo Manzetti e l'Anno internazionale delle lingue indigene.
La giuria del concorso era composta da Sonia Charles, Evelyne Parouty, Gemma Landi, Laura Grivon e Cristina De La Pierre.

Octavian Andrei Filimon (1 ° premio), Lorenzo Bottoglia (2 ° premio) e Alessandra Mirabello e Douà Bargaoui (3 ° ex-aequo), studenti della Scuola Eugenia Martinet di Aosta, hanno vinto rispettivamente, un touch pad, un buono per l'acquisto di libri del valore di 300 e uno del valore di 200 euro.
Gli altri tre giovani vincitori della  categoria 18/30 anni hanno riportato:
-il Primo premio: Florence Bovet, 19 anni di Arvier, iscritta all'ultimo anno del Liceo classico di Aosta, ha vinto un mese di stage presso la redazione di un giornale francese (con rimborso delle spese corrispondenti a 2.500 euro massimo);
- Il secondo premio ex-aequo: Giuseppe Grassi, 24 anni di Aosta, iscritto al Master in Economia e Pianificazione Politica e Commercio presso l'Università della Valle d'Aosta, e Manuela Viérin, 25 anni di Saint-Nicolas , iscritta al master in lingue e culture per la promozione delle aree montane presso l'Università della Valle d'Aosta.
Ognuno di loro ha ricevuto un touch pad in premio.
 

Organizzato nell'ambito delle iniziative previste per le Journées de la Francophonie in Valle d'Aosta, che si celebrano ogni anno intorno al 20 marzo, il concorso é finalizzato ad incoraggiare i giovani valdostani a scoprire il mondo del giornalismo francofono e ad approfondire la conoscenza della storia, della cultura e dell'attualità in Valle d'Aosta.

Il 20 marzo corrisponde alla data della nascita dell' Agence de coopération culturelle et technique (ACCT) nel 1970, diventata in seguito Organisation internationale de la Francophonie. Gli eventi Valle d'Aosta sono organizzati dall'OIF grazie a una collaborazione tra il Consiglio Valle, l'Assessorato al turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali, l'Assessorato all'istruzione, università, ricerca e politiche giovanili, l’Alliance française de la Vallée d’Aoste, la sezione valdostanta dell'Unione Internazionale della Stampa Francofona, l'Università della Valle d'Aosta, l'Associazione "Forte di Bard", l'Associazione " Amis du cimetière du Bourg ", il Comitato UNESCO Giovani VdA e la Fondazione Natalino Sapegno.