Consiglio Regionale della Valle d'Aosta
Info Conseil

Comunicato n° 67 del 7 febbraio 2017

Ripresi i lavori dopo una sospensione sul tema del Casinò di Saint-Vincent

Seduta consiliare del 7 febbraio 2017: interrogazione sulle portate annue di prelievo idrico

Nella seduta consiliare del 7 febbraio 2017, dopo una sospensione dei lavori, il Capogruppo di ALPE, Albert Chatrian, ha riferito: «La pausa è stata fruttuosa perché la Conferenza dei Capigruppo ha deciso di velocizzare l'iter della proposta di legge sul Casinò, depositata ieri dai Consiglieri componenti la seconda Commissione, ad eccezione dei gruppi Union Valdôtaine e PD-Sinistra VdA, ai fini della sua iscrizione a questa adunanza del Consiglio: questo pomeriggio audiremo i Sindacati, l'Amministratore unico e il Collegio sindacale. Ringrazio i colleghi per questa disponibilità

Passando poi alla trattazione delle interrogazioni, il Movimento 5 Stelle ha riportato all'attenzione dell'Aula il tema delle portate annue di prelievo idrico di derivazione d'acqua.

In particolare, il Consigliere Roberto Cognetta ha voluto conoscere le tempistiche di presentazione e di invio delle relazioni riguardanti gli anni 2015 e 2016 inerenti i controlli sui superamenti delle portate massime e medie annue di subconcessione delle derivazioni ad uso idroelettrico presenti sul territorio regionale, visto che «a seguito di una richiesta di accesso agli atti, mi è stato risposto che la prevista relazione della competente struttura regionale relativa al 2015 non era stata ancora preparata

L'Assessore alle opere pubbliche, Mauro Baccega, ha risposto: «La relazione relativa al 2015 non è ancora stata ultimata dall’Ufficio gestione demanio idrico per due motivi: si sta effettuando un controllo incrociato dei dati dei derivatori e della società Terna e si sta procedendo al caricamento materiale dei dati nel nuovo database relativo alle produzioni di energia idroelettrica. L’Ufficio competente ritiene che l’attività di controllo dei dati possa concludersi nel mese di febbraio e la relazione potrà essere consegnata nel mese di marzo

Per quanto concerne l’annualità 2016, l'Assessore ha riferito che l’Ufficio gestione demanio idrico «è ancora in attesa dei dati relativi ad alcuni mesi da parte di alcuni derivatori, inoltre ha richiesto i dati a Terna, in modo da poter effettuare controlli incrociati. Si ritiene che entro la fine del mese di marzo si possa disporre di tutti i dati.  Per completare il caricamento dei dati nel programma e per effettuare le operazioni di controllo dei risultati occorreranno ancora due mesi di tempo. Pertanto la relazione relativa all’annualità 2016 potrà essere disponibile entro la fine del mese di maggio.»

Nella replica, il Consigliere Cognetta ha ribadito: «Questi dati sono importanti in quanto si riferiscono ai controlli relativi alle subconcessioni di derivazione d'acqua ad uso idroelettrico presenti in Valle d'Aosta. Sono fondamentali al fine di evidenziare mancanze o comminare sanzioni. Integro la mia richiesta chiedendo anche di poter disporre di questo nuovo database.»



MM