Consiglio Regionale della Valle d'Aosta
Info Conseil

Comunicato n° 537 del 27 ottobre 2016

Respinta una mozione sui rimborsi ai commercianti di La Palud a Courmayeur

Seduta consiliare del 26 ottobre 2016

In chiusura della seduta notturna di ieri, mercoledì 26 ottobre 2016, il Consiglio Valle ha discusso una mozione iscritta dal gruppo ALPE, che ha riguardato i rimborsi agli esercenti di attività commerciali di La Palud a Courmayeur per mancato introito causato dalla chiusura della strada a seguito della segnalazione di pericolosità.

Il testo, respinto con 25 voti di astensione (UV, UVP, SA, PD-SVdA) e 6 a favore, era volto a impegnare il Governo regionale a farsi garante e a far liquidare immediatamente dal Ministero agli esercenti e agli albergatori il rimborso loro spettante entro dicembre 2016.

Nell'illustrare i contenuti della mozione, la Consigliera Chantal Certan ha precisato che ad oggi nessun rimborso è stato erogato, poiché il Commissario regionale pare non essere più responsabile, in quanto la sua nomina è scaduta ad aprile 2016, e non può quindi più erogare alcun fondo. Per la Consigliera si tratta di una vicenda scandalosa perché due anni fa l'Assessore alle opere pubbliche e il Capo della Protezione civile avevano sostenuto che i rimborsi erano pronti.

L'Assessore alle opere pubbliche ha replicato che la Regione è molto attenta ad evidenziare questa problematica a Roma. Ha quindi spiegato che la Regione, alla quale non spettava rinnovare l’ordinanza della Protezione civile nazionale con la quale era stato nominato il Coordinatore regionale, ha correttamente richiesto la proroga fino a fine anno della possibilità di operare sulla contabilità speciale, proprio al fine, tra l’altro, di liquidare i danni in favore degli operatori economici di La Palud. L'Assessore Baccega ha anche precisato che ad oggi tutta la procedura perché possa essere approvato da parte del Commissario delegato il provvedimento dirigenziale di liquidazione dei contributi, è stata completata. Ha poi riferito che la Protezione Civile, contattata telefonicamente dal Dipartimento programmazione, difesa del suolo e risorse idriche, ha comunicato che la bozza di ordinanza con la quale viene prorogata la contabilità speciale perché sia possibile imputare la spesa su di essa è stata inviata al Ministero dell’economia e delle finanze per il necessario visto prima della sua firma. Essendo quindi l'iter in via di chiusura, l'Assessore ha annunciato l'astensione della maggioranza.

La Consigliera Certan ha replicato che l'Assessore ha banalizzato un problema che merita rispetto e che è increscioso per come è stato trattato: l'astensione, ha commentato, è l'ennesima prova di quanto questa maggioranza abbia rispetto dei cittadini e di quanto siano attendibili gli impegni che assume.


SC