Eventi e ricorrenze

Dal 29 gennaio 2022 al 30 gennaio 2022

Les Cahiers du Conseil - Joseph-Marie Alliod

Nasceva a Brusson il 29 gennaio 1899, Joseph-Marie Alliod, autorevole uomo di pensiero valdostano. Laureato in medicina all'Università degli studi di Torino nel 1924, fu nominato medico consortile nel 1926 e esercitò la professione a Verrès e nei comuni limitrofi per trent'anni. Alliod non fece mai politica attiva ma, per le sue idee, merita di essere annoverato tra i precursori del regionalismo valdostano. Consapevole che il declino, lento ma progressivo del francese, provocato da una visione poco lungimirante dello Stato, avrebbe condotto all'annientamento del particolarismo linguistico e culturale valdostano, s'impegnò per la salvaguardia della lingua.
«Du temps que notre langue n'aura, à l'école, qu'une place de langue étrangère et que, jamais, elle ne sera employée sous forme de langue instrumentale - écrivit-il - ne nous faisons pas bercer par de sottes illusions: son avenir est à la merci du premier souffle de vent!». Ainsi il eut l'idée «d'organiser une résistance à l'envahissement progressif de l'italien au détriment du français» à travers une propagande régionaliste. Alliod fu promotore del Groupe Valdôtain d'Action Régionaliste fondato nel 1923 che, in un momento in cui si predicava "l'italianità", mirava invece alla promozione del francese mediante l'istituzione di una scuola veramente valdostana con insegnanti autoctoni e un programma locale. Ammalato, il dottore si spense il 5 agosto 1956 lasciando in eredità la sua visione di una Valle d'Aosta "constituée en région administrativement autonome", come unica soluzione in grado di garantirne i diritti e le tradizioni.  
Informazioni tratte da "Les cent du Millénaire", 2000, Conseil de la Vallée.