Legge regionale 6 aprile 1998, n. 11 - Scheda tecnica

Dati identificativi:

Legge regionale 6 aprile 1998, n. 11

Normativa urbanistica e di pianificazione territoriale della Valle d'Aosta.

Bollettino ufficiale: n. 16 del 16 aprile 1998

Progetto di legge: D.L. 283

Numero di articoli: 100

Numero di allegati e/o tabelle:

Classificazione:

  • AMBIENTE - Disciplina - Tutela del paesaggio
  • ASSETTO DEL TERRITORIO - Difesa ed uso del suolo - Sistemazione idrogeologica
  • ASSETTO DEL TERRITORIO - Urbanistica e pianificazione territoriale
  • ASSISTENZA SANITARIA E OSPEDALIERA - Igiene e sanitÓ pubblica

Interrelazioni normative:

Abroga interamente o in parte la seguente normativa:

╔ parzialmente abrogata dalla seguente normativa:

Modifica la seguente normativa:

╔ modificata dalla seguente normativa:

Note:

L'art. 100 dispone che la L.R. 1/1998 entri in vigore il centocentesimo giorno successivo a quello della sua pubblicazoine nel Bollettino ufficiale della Regione. L'art. 98, comma 5, prevede l'abrogazione innominata delle disposizioni che contrastino con le norme della l.r. 11/1998. *L'art. 20, comma 2, della L.R. 26/2006 prevede, tra l'altro, che, a far data dalla pubblicazione della deliberazione di cui all'articolo 13, comma 4, cessino di trovare applicazione, per le strade regionali, le disposizioni relative alle distanze minime di cui all'at. 99 della L.R. 11/1998. L'art. 20, comma 4, della l.r. 4 novembre 2005, n. 25 ha disposto la sostituzione dell'espressione "impianti per le telecomunicazioni", ovunque ricorra nella legge, con l'espressione "strutture per radiotelecomunicazioni". Una disposizine di coordinamneto contenuta all'art. 32, comma 1, della L.R. 23 maggio 2011, n. 12 dispone che alla data di entrata in vigore della L.R. 12/2011, le espressioni "dichiarazioni di inizio attività" e "DIA" ovunque ricorrano nelle leggi o nei regolamenti regonali, sono ostituite, rispettivamnete, dalle seguentei: "segnalazione certificata di inizio attività" e "SCIA". La Corte Costituzionale, con sentenza 28 aprile 2010, n. 168, ha dichiarato l'illegittimità costituzonale dell'art. 32bis, art. inserito fall'art. 2, comma 1, della L.R. 17 giugno 2009, n. 18.