Autonomia funzionale

Il Consiglio regionale, denominato Consiglio della Valle nello Statuto speciale, è indicato dall'articolo 15 dello stesso come uno degli organi della Regione, insieme alla Giunta regionale ed al Presidente della Regione.

Esso costituisce un organo necessario della Regione, in quanto elemento costitutivo della struttura organizzativa fondamentale dell'ente.

Inoltre, essendo eletto dalla comunità stanziata sul territorio, rappresenta una fondamentale espressione dell'autonomia costituzionalmente riconosciuta all’ordinamento regionale.

Il Consiglio regionale è il massimo organo deliberativo e rappresentativo della Regione.

Esso dispone di piena autonomia funzionale, organizzativa, contabile e di uso del patrimonio assegnato che esercita in armonia con la Costituzione e lo Statuto speciale.

Chiarito in tali termini il contesto di riferimento, le norme riguardanti l'organizzazione sono contenute nella legge regionale 28 febbraio 2011, n. 3 (Disposizioni in materia di autonomia funzionale e nuova disciplina dell'organizzazione amminnistrativa del Consiglio regionale della Valle d'Aosta), nel Regolamento interno per il funzionamento del Consiglio regionale, negli atti di organizzazione e nei regolamenti adottati dall'Ufficio di Presidenza.

L'autonomia del Consiglio regionale costituisce il presupposto essenziale per l'efficace svolgimento delle proprie funzioni, come sopra brevemente riassunte, con particolare riferimento a quelle:

a) di rappresentanza della comunità valdostana;

b) di normazione;

c) di indirizzo politico, controllo e valutazione dei risultati delle politiche regionali;

d) di promozione della partecipazione dei cittadini all’attività del Consiglio regionale;

e) di informazione e comunicazione istituzionale;

f) di sensibilizzazione dei cittadini alle tematiche di particolare rilievo istituzionale, culturale e sociale;

g) di diffusione della conoscenza sulla storia, sulle istituzioni e sul particolarismo regionali.

gbis) della promozione delle iniziative e delle manifestazioni di particolare valore culturale, artistico, scientifico, sociale, educativo, sportivo, ambientale, turistico ed economico. anche attraverso la concessione di patrocini gratuiti e di compartecipazioni economiche per eventi promossi da associazioni senza scopo di lucro e da altri soggetti pubblici e privati.

Indice cronologico

1979

1980

1981

1982

  • Legge 5 luglio 1982, n. 441: "Disposizioni per la pubblicità della situazione patrimoniale di titolari di cariche elettive e di cariche direttive di alcuni enti"
  • Legge regionale 25 ottobre 1982, n. 69: "Norme sulle indennità e sui rimborsi spese spettanti ai membri del Consiglio e della Giunta regionale e norme sulla previdenza dei consiglieri regionali"

1986

1995

1996

  • Legge regionale 23 agosto 1996, n. 26: "Modificazioni alla legge regionale 21 agosto 1995, n. 33 (Norme sulle indennità spettanti ai membri del Consiglio e della Giunta e sulla previdenza dei consiglieri regionali)"

1997

1998

1999

  • Legge regionale 8 settembre 1999, n. 28: "Interventi per il contenimento della spesa in materia di previdenza dei consiglieri regionali. Costituzione dell'Istituto dell'assegno vitalizio. Modificazioni alla legge regionale 21 agosto 1995, n. 33 (Norme sulle indennità spettanti ai membri del Consiglio e della Giunta e sulla previdenza dei consiglieri regionali)"

2001

  • Legge regionale 28 agosto 2001, n. 17: "Disciplina del funzionamento dell'Ufficio del Difensore civico. Abrogazione della legge regionale 2 marzo 1992, n. 5 (Istituzione del Difensore civico)"
  • Legge regionale 4 settembre 2001, n. 26: "Istituzione, organizzazione e funzionamento del Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.). Abrogazione della legge regionale 27 dicembre 1991, n. 85"

2005

  • Legge regionale 18 novembre 2005, n. 27: "Disposizioni in materia di valutazione di insindacabilità dei consiglieri regionali, ai sensi dell'articolo 24 dello Statuto speciale per la Valle d'Aosta"

2009

  • Legge regionale 4 agosto 2009, n. 29: "Modificazioni alle leggi regionali 21 agosto 1995, n. 33 (Norme sulle indennità spettanti ai membri del Consiglio e della Giunta e sulla previdenza dei consiglieri regionali), e 8 settembre 1999, n. 28. Abrogazione di disposizioni"
  • Legge regionale 23 dicembre 2009, n. 53: "Disposizioni in materia di Consulta regionale per le pari opportunità e di consigliere/a regionale di parità"

2011

  • Legge regionale 28 febbraio 2011, n. 3: "Disposizioni in materia di autonomia funzionale e nuova disciplina dell'organizzazione amministrativa del Consiglio regionale della Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste. Abrogazione della legge regionale 30 luglio 1991, n. 26 (Ordinamento amministrativo del Consiglio regionale)"
  • Legge regionale 1° agosto 2011, n. 19: "Modificazioni alle leggi regionali 28 agosto 2001, n. 17 (Disciplina del funzionamento dell'Ufficio del Difensore civico. Abrogazione della legge regionale 2 marzo 1992, n. 5 (Istituzione del Difensore civico)), e 23 luglio 2010, n. 22 (Nuova disciplina dell'organizzazione dell'Amministrazione regionale e degli enti del comparto unico della Valle d'Aosta. Abrogazione della legge regionale 23 ottobre 1995, n. 45, e di altre leggi in materia di personale)"
  • Legge regionale 1° agosto 2011, n. 22: "Modificazioni alla legge regionale 4 settembre 2001, n. 26 (Istituzione, organizzazione e funzionamento del Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.). Abrogazione della legge regionale 27 dicembre 1991, n. 85)"

2012

  • Legge regionale 27 marzo 2012, n. 7: "Ulteriori modificazioni alla legge regionale 4 settembre 2001, n. 26 (Istituzione, organizzazione e funzionamento del Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.). Abrogazione della legge regionale 27 dicembre 1991, n. 85)"
  • Legge regionale 24 dicembre 2012, n. 35: "Disposizioni per la riduzione della spesa per il funzionamento dei Gruppi consiliari e per il trattamento indennitario e previdenziale dei consiglieri regionali. Modificazioni alle leggi regionali 17 marzo 1986, n. 6, 21 agosto 1995, n. 33, e 8 settembre 1999, n. 28"

2013

  • Legge regionale 13 dicembre 2013, n. 18:"Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione autonoma Valle d'Aosta (Legge finanziaria per gli anni 2014/2016). Modificazioni di leggi regionali"

    Art. 40 (Trasferimento straordinario all'Istituto di cui alla l.r. 28/1999)

2014

  • Legge regionale 19 dicembre 2014, n. 13: "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione autonoma Valle d'Aosta (Legge finanziaria per gli anni 2015/2017). Modificazioni di leggi regionali"
    • Art. 7 (Possibilità di rinuncia all'indennità di carica e all'indennità di funzione dei consiglieri regionali)

2015

  • Legge regionale 11 dicembre 2015, n. 19: "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione autonoma Valle d'Aosta (Legge finanziaria per gli anni 2016/2018). Modificazioni di leggi regionali"
    • Art. 5 (Sospensione dell'adeguamento Istat)
    • Art. 6 (Riduzione temporanea dell'assegno vitalizio)
    • Art. 7 (Modificazione alla legge regionale 19 dicembre 2014, n. 13)
    • Art. 8 (Inserimento dell'articolo 10bis nella l.r. 28/1999)

2016

  • Regolamento di contabilità del Consiglio regionale della Valle d'Aosta, approvato dall'Ufficio di Presidenza con deliberazione n. 126 del 7 dicembre 2016 e pubblicato sul Bollettino ufficiale del 27 dicembre 2016, n. 57
  • Legge regionale 21 dicembre 2016, n. 24: "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste (Legge di stabilità regionale per il triennio 2017/2019). Modificazioni di leggi regionali"
    • Art. 2 (Sospensione dell’adeguamento Istat e riduzione temporanea dell’assegno vitalizio. Modificazione alla legge regionale 11 dicembre 2015, n. 19)
    • Art. 3 (Liquidazione della posizione in prestazione definita)
    • Art. 4 (Trasferimento all’Istituto dell’assegno vitalizio)
    • Art. 5 (Iniziative di solidarietà)
    • Art. 38 (Criteri per la concessione di patrocini gratuiti e compartecipazioni. Modificazioni alla legge regionale 28 febbraio 2011, n. 3)
  • Deliberazione dell'Ufficio di Presidenza del 29 marzo 2016, n. 31, "Approvazione del "Regolamento per la disciplina delle spese di rappresentanza, delle spese funzionali connesse all'attività istituzionale e delle spese per pubblicazioni". Revoca delle deliberazioni dell'Ufficio di Presidenza n. 64 in data 14 aprile 2000 e n. 68 in data 19 aprile 2001"

2017

2018