Eventi ed iniziative

Dal 5 marzo 2020 al 30 aprile 2020

- INAUGURAZIONE ANNULLATA - Mostra "Les Valdôtains dans le monde, hier et aujourd’hui"

Aosta, biblioteca regionale "Bruino Salvadori"

-- INAUGURAZIONE ANNULLATA --

"Les Valdôtains dans le monde, hier et aujourd'hui" è il titolo della mostra inaugurata giovedì 5 marzo 2020 alle 17.30 nella Biblioteca regionale Bruno Salvadori di Aosta, nel quadro del progetto "La mémoire de l'émigration" e all'interno del percorso delle Journées de la Francophonie in Valle d'Aosta.

L'esposizione propone un colpo d'occhio sull'emigrazione valdostana in epoche diverse, rivelando in quali parti del mondo i valdostani si siano recati e mettendo in luce un fenomeno di primo piano della storia regionale: dal Medioevo con Sant'Anselmo, il primo migrante valdostano "illustre", alle migrazioni stagionali dei Krämer (commercianti) di Gressoney e degli artigiani della valle del Lys, passando dai primi emigrati valdostani negli Stati Uniti (1860-1870) e dalla fondazione dell'Association des émigrés de Paris (1897). Il percorso attraversa la storia fino al XXI secolo, con gli "émigrés 2.0" (nel 2019 oltre 6.000 valdostani sono iscritti all'AIRE, il registro degli italiani residenti all'estero) dei quali Michela Ceccarelli ha seguito le tracce.

Presentata dal Consiglio regionale e dalla Regione autonoma Valle d'Aosta, la mostra è il risultato di un lavoro coordinato da Alessandro Celi, responsabile del progetto "La mémoire de l'émigration", al quale hanno aderito le associazioni culturali regionali: tra queste l'Académie Saint-Anselme, l'Association Augusta di Issime, il Walser Kulturzentrum, la Fondation Émile Chanoux, l'Union de la Presse Francophone, il Comité des Traditions Valdôtaines, l'Association Valdôtaine Archives Sonores, l'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d'Aosta, il Comité fédéral des Sociétés d'émigrés valdôtains e il Centre d'études francoprovençales René Willien.

L'inaugurazione è seguita dalla proiezione del film "Paris, Val d'Aoste", realizzato nel 1997 da Joseph Péaquin. Questo documentario ripercorre la storia dell'emigrazione valdostana nella capitale francese attraverso le testimonianze di numerosi emigrati e con l'aiuto di documenti d'archivio. È un viaggio che fa scoprire come i valdostani diventassero spesso autisti di taxi o "frotteurs de parquet", ma anche che la Cité Popincourt dell'XI Arrondissement era il quartiere storico dell'emigrazione valdostana, e che lo stadio di Aulnay-Sous-Bois, nella periferia parigina, ha ospitato un torneo di tsan.

La mostra è aperta dal 5 marzo al 30 aprile 2020, seguendo gli orari di apertura della biblioteca.