Eventi ed iniziative

Dal 23 ottobre 2018 al 4 novembre 2018

Iniziative per il 100° anniversario della fine della Grande Guerra

Aosta

Le celebrazioni inizieranno martedì 23 ottobre nella sede Ana di Aosta, in via Saint-Martin-de-Corléans 132, alle ore 18 con la presentazione, in anteprima, da parte della Fondazione Sapegno e della Fondation Chanoux, dei contenuti dell’attività di alternanza scuola/lavoro svolta da dieci studenti del liceo classico di Aosta, che hanno trascritto, “il diario del maestro Berguet”, maestro di Brusson che partecipò alla Grande Guerra e lasciò ai propri figli una toccante testimonianza della sua esperienza al fronte e nelle retrovie.

Gène e gli altri al confine della notte” è il romanzo breve di Giancarlo Telloli, che sarà presentato mercoledì 24 ottobre, alle ore 18, sempre nella sede Ana di Aosta: il libro ripercorre gli ultimi mesi di vita del giovane Eugène Lucianaz, soldato di Charvensod caduto sul Monte Solarolo al suo primo combattimento durante una delle battaglie seguite alla rotta di Caporetto. I dati biografici del protagonista e dei commilitoni sono tratti da Atti ufficiali conservati presso il Comune di Charvensod e l’Archivio di Stato di Torino.

Giovedì 25 ottobre, sempre nella sede Ana, alle ore 18, Enrico Tognan illustrerà la ricerca sui "Soldati valdostani nell’US Army" durante il conflitto. La ricerca è stata pubblicata nel 2017 su Le Flambeau, rivista del Comité des Traditions Valdôtaines, ed è tratta da uno studio riguardante l’emigrazione valdostana negli Stati Uniti d’America.

Venerdì 26 ottobre, alle 17.30 alla Biblioteca regionale di Aosta, si svolgerà il convegno "Il Battaglione Aosta e la battaglia dei Solaroli" in ricordo del conferimento della Medaglia d’Oro al Valor Militare all'Aosta, unico battaglione alpino decorato con la Medaglia d'Oro nella Grande Guerra. Marco Mondini, tra i massimi storici militari italiani, e Gianfranco Ialongo, maggior esperto sulle vicende del Battaglione Aosta, presenteranno le vicende che determinarono il sacrificio del Battaglione Aosta nell'ottobre 1918, illustrando il contesto politico-militare e le caratteristiche del campo di battaglia. Alle ore 21, in Piazza Chanoux, si esibiranno il Coro Monte Cervino-Sezione ANA Valle d'Aosta, il Coro SMALP, il Coro Verrès e il Coro La voce del Tesena di Sandrigo.

Sabato 27 ottobre il programma avrà inizio alle ore 9, in piazza Chanoux, con l'Alzabandiera e l'incontro tra le Autorità comunali e il consiglio nazionale dell'ANA.

Alle ore 10, nella sala Maria Ida Viglino di Palazzo regionale, è prevista la Conferenza "Riflessioni a 100 anni dalla fine della Grande Guerra", che sarà introdotta dai Presidenti della Regione, Nicoletta Spelgatti, e del Consiglio Valle, Antonio Fosson, e dai Presidenti nazionale e regionale dell'ANA, Sebastiano Favero e Carlo Bionaz.

Alessandro Celi, Presidente della Fondation Chanoux, tratterà delle conseguenze della guerra in Valle d’Aosta, dal gran numero di caduti, ricordati dalle decorazioni loro attribuite, alla riduzione dei patrimoni zootecnici e boschivi.

Adriana Meynet parlerà del Colonnello Ottavio Bérard, giovane valdostano di leva nella Prima Guerra Mondiale e impegnato, in seguito, anche nel Secondo conflitto: ufficiale pluridecorato, Bérard si dedicò in seguito alla fotografia e fu attento testimone del XX secolo lasciando in eredità un importante patrimonio fotografico e sonoro.

L'autore Alessandro Liviero interverrà sul suo libro "Caduti valdostani nella Grande Guerra…Dimenticati in Patria": la sua ricerca, che analizza un aspetto sino ad ora mai affrontato, ha portato alla luce i nomi e la storia di ben 82 valdostani che morirono nel conflitto con la Francia ma furono completamente ignorati e, quindi, dimenticati nella loro Patria, l’Italia.

I rappresentanti dell’Association Valdôtaine Archives Sonores, Carlo Rossi e Stefania Roullet, presenteranno "Sen alà soutta…" (siamo andati sotto le armi), una ricerca svolta in équipe dall'AVAS, che si è concretizzata in un libro fresco di stampa. Sfruttando venti inedite testimonianze orali in patois e francese raccolte nei primi anni '80, tre diari di soldati, raccolte di lettere da e per il fronte e altri documenti anche fotografici, gli autori contribuiscono a rappresentare e a ricordare la realtà quotidiana di tanti "Jeunes Valdôtains à la Granta Guéra".

Dalle 9.30 alle 10.30, su RadioUno, la Struttura Programmi di Rai Valle d'Aosta trasmetterà la diretta della conferenza, arricchita da interviste ai relatori.

Nel pomeriggio, alle 16.25 inizierà la sfilata del labaro dell'Associazione nazionale Alpini con partenza da piazza Arco d'Augusto e conclusione in piazza della Cattedrale.

Alle 21, in piazza Chanoux, ad Aosta, si terrà il Concerto delle Fanfare della Sezione valdostana, del 27 BCA-Chasseurs Alpins e della Brigata Taurinense.

Domenica 28 ottobre, la mattinata sarà dedicata alla sfilata degli Alpini provenienti da Italia, Francia, Svizzera e Germania, con partenza alle ore 10 da via Saint-Martin-de-Corléans. La manifestazione si concluderà alle ore 17, in piazza Chanoux, con l'Ammaina Bandiera.

Nelle giornate di venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 ottobre, la cattedrale di Aosta, la Chiesa di S. Orso, il Museo Archeologico di Piazza Roncas, il Criptoportico forense, l’Anfiteatro romano, la Chiesta paleocristiana di S. Lorenzo  e l’Area megalitica apriranno gratuitamente le porte a tutti coloro che vorranno visitare i siti culturali, prenotando l’ingresso ai seguenti recapiti: 0165-275902 (MAR),  0165-552420 (Criptoportico forense, l’Anfiteatro romano, la Chiesta paleocristiana di S. Lorenzo  e l’Area megalitica.

 Venerdì 2 novembre alle ore 10.30 si svolgerà la Commemorazione dei Defunti presso il Cimitero di Aosta con la deposizione di una corona alla stele eretta in ricordo dei Caduti della Grande Guerra e a seguire la messa presso il Sacrario.

Infine, domenica 4 novembre 2018, a cento anni esatti dalla fine del primo conflitto mondiale, la giornata sarà dedicata alle commemorazioni e agli appuntamenti con le Forze Armate. In piazza Chanoux, i Comandi ed i Reparti del Presidio Militare e le Associazioni Combattentistiche e d’Arma celebreranno il “Giorno dell’Unità Nazionale” e la “Giornata delle Forze Armate” con la tradizionale alzabandiera prevista alle ore 11.30 e la deposizione di corone al Monumento al Soldato Valdostano, a cui seguiranno i discorsi ufficiali.

Al termine della cerimonia, il Comandante del Centro Addestramento Alpino consegnerà la bandiera nazionale al Dirigente dell’Istituzione scolastica Mont Emilius 3.

Un’importante ricorrenza, durante la quale, quest’anno, verrà aperta la Caserma “Cesare BATTISTI” dalle ore 9 alle 17. In occasione di “Caserme aperte”, sarà possibile inoltre partecipare a diverse iniziative per scoprire, anche in modo divertente, la realtà dell’Esercito e delle Forze Armate: arrampicate, calate, emozionanti traversate sul ponte himalayano, prove al simulatore di tiro per avvicinarsi ad una disciplina affascinante come il biathlon. Un percorso appositamente realizzato consentirà inoltre di conoscere i mezzi, i materiali e le uniformi in dotazione all’Esercito, ai Carabinieri e alla Guardia di finanza.

Anche il Castello Gen. CANTORE sarà visitabile: alle ore 10, 11, 14,15,16, apposite guide accompagneranno gli interessati alla scoperta della storica sede del Centro Addestramento Alpino.

Il programma delle celebrazioni è promosso dalla Presidenza della Regione autonoma Valle d'Aosta, dal Consiglio Valle, dal Comune di Aosta, dall'Associazione nazionale Alpini-Sezione Valle d'Aosta, dal Centro Addestramento Alpino di Aosta.