Consiglio Regionale della Valle d'Aosta
Info Conseil

Comunicato n° 265 del 19 maggio 2017

Memorial Day 2017: accesa la fiaccola della memoria e della legalità

La cerimonia questa mattina, 19 maggio 2017, alla Fondazione Ollignan

Cerimonia alla Fondazione Ollignan

Si è celebrato questa mattina, venerdì 19 maggio 2017, il 25° anniversario delle stragi di Capaci e di via D'Amelio, nell'ambito del "Memorial Day 2017 – Per non dimenticare…", la manifestazione in ricordo delle vittime del terrorismo, della mafia, del dovere e di ogni forma di criminalità, promossa dalla Segreteria regionale del Sindacato autonomo di Polizia, con il patrocinio del Consiglio regionale della Valle d'Aosta, il sostegno della Questura di Aosta e con la collaborazione della Fondazione Sistema Ollignan.

Al Centro agricolo della Fondazione Ollignan di Quart si è infatti tenuto un incontro con gli utenti del Centro e gli studenti delle classi quarte della scuola primaria "Mont Emilius 2", nel corso del quale è stato dedicato un commosso omaggio alle vittime del dovere della nostra regione e in particolare Bruno Caccia (Procuratore della Repubblica), Adolfo La Bernarda, Camillo Renzi, Franco Basso, Lorenzo Giacobbe, (Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza), Dario De Rossi (Aeronautica Militare), Giuseppe Iorio (Polizia di Stato), Giuseppe Parisi (Capitano dell’Esercito Italiano), Erik Mortara (Vigile del fuoco) nonché le vittime dell’incidente aereo del 14 maggio 1973: Francesco Albarosa, Franco Elia, Raffaello Arata, Giancarlo Zampa, Luciano Galliano, Michele Candiani, Fabrizio Legrenzi (Alpini e Aeronautica Militare).

È stata quindi accesa la "Fiaccola della Memoria e della Legalità", che un gruppo di ciclisti appartenenti alla Polizia di Stato, ai Vigili del fuoco, al Corpo forestale valdostano, alla Guardia di finanza, all'Esercito e ai Carabinieri trasporterà fino alla Cascina Caccia di San Sebastiano da Po’, bene confiscato alla mafia, per poi giungere domani, 20 maggio, alla Sacra di San Michele, nel comune di Sant'Ambrogio di Torino, dove saranno ricordate tutte le vittime del terrorismo, della mafia, del dovere e di ogni forma di criminalità.

«Sin dal 1999 il Consiglio regionale - ha evidenziato il Presidente dell'Assemblea valdostana Andrea Rosset - ha supportato gli eventi del Memorial day perché la "Fiaccola della memoria e della legalità" racchiude tanti valori fondamentali, su cui dobbiamo basare la nostra vita: giustizia, verità, aiuto reciproco. Quello di oggi è un momento di grande impatto emotivo, che rinnova in ognuno di noi, Istituzioni e cittadini, la determinazione nel costruire un domani migliore

Il Presidente della Regione, Pierluigi Marquis, è intervenuto per un saluto istituzionale, sottolineando «il valore e l’importanza del ricordo di quelle donne e di quegli uomini che hanno sacrificato la vita nell’esercizio del proprio dovere, a partire da Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. La legalità deve essere sempre riconosciuta quale fondamento del nostro vivere comune, che trova origine nell’impegno e nella generosità. Sono valori da trasmettere e da testimoniare

Obiettivo primario della manifestazione nata in Valle d’Aosta grazie alla collaborazione tra il SAP e il Consiglio Valle è da sempre quello di fare rivivere nel presente, pur proiettandolo nel futuro, il senso e il messaggio di impegno e sacrificio di tutti coloro che sono rimasti vittime nella difesa della legalità.

 

MM