Consiglio Regionale della Valle d'Aosta
Info Conseil

Comunicato n° 562 dell'8 novembre 2016

Interpellanza sulla riorganizzazione del settore turistico

Seduta consiliare dell'8 novembre 2016

La riorganizzazione del settore turistico è stato il tema di un'interpellanza presentata dal gruppo ALPE nella seduta consiliare dell'8 novembre 2016.

Richiamate le precedenti iniziative sull'argomento, in particolare l'ordine del giorno approvato all'unanimità dal Consiglio regionale nella seduta del 2 dicembre 2015, la Consigliera Patrizia Morelli ha espresso rammarico perché, nonostante l'ampio lasso di tempo trascorso, nessun atto è stato prodotto, ad eccezione della deliberazione della Giunta regionale con cui è stata approvata la realizzazione del marchio "ombrello" della Regione.

Ribadendo che la Valle d'Aosta necessita di un modello di organizzazione del settore turistico più efficace, la Consigliera ha quindi chiesto le ragioni per cui non si sia ancora dato corso a un'iniziativa condivisa unanimemente da tutti i gruppi politici; se la volontà della maggioranza sia confermata o se, nel frattempo, siano maturate nuove valutazioni tali da compromettere la riorganizzazione del sistema.

L'Assessore al turismo ha ribadito che l'impegno assunto aveva una tempistica di sei mesi, ma ha rimarcato che l'attività è tutt'altro che abbandonata, ma è sicuramente più complessa e difficile rispetto a quanto è stato previsto. In effetti, ha spiegato Marguerettaz, la complessità di riorganizzare dal punto di vista amministrativo e gestionale le attività svolte nel settore turistico è palese. Se da un lato i lavori si protraggono, dall'altra l'Assessore ha voluto precisare che la gran parte delle iniziative è frutto di una condivisione fra Assessorati: non sono casuali le presentazioni che investono più dipartimenti e strutture regionali. E questo, secondo Marguerettaz, sta ad indicare che quell'impegno è attuale. L'Assessore ha poi annunciato che si cerca di elaborare una bozza prima della fine dell'anno, ma il calendario è fitto; in caso contrario, per i primi mesi del 2017 ci sarà un testo da presentare in Commissione, in modo da condividerlo prima di procedere con atti deliberativi.

La Consigliera Morelli si è detta delusa dalla risposta e ha evidenziato che si tratta di un fatto grave: un'intera Legislatura senza riuscire ad approdare almeno ad una bozza, per di più su di un tema condiviso da tutti i gruppi. Il coordinamento tra gli Assessorati è il minimo, serve ben altro per veicolare un'immagine efficace della Valle d'Aosta. Dal punto di vista della promozione, la Consigliera ha confermato che è necessario che ci sia un soggetto terzo che abbia una visione più ampia. Per la Consigliera Morelli, resta forte il sospetto che non ci sia in realtà la volontà di andare a sottrarre visibilità ai singoli Assessorati, visto che ci si sta avvicinando alle elezioni. Eppure, ha concluso, si sta parlando di un progetto davvero importante per la Valle d'Aosta; tanto per cambiare, arriviamo ultimi.

MM